Mamma, dov’è papà?

C’è una grande realtà ai più completamente sconosciuta. Una sorta di esercito silenzioso, come le celebri statue di Terracotta della dinastia Qin: non li si sente certo lottare, non si percepisce alcun fragore di armi, eppure loro sono lì, per difendere il loro bene più prezioso. Per le statue è la tomba del faraone, per l’esercito di cui sto per parlarvi, invece, si tratta dei loro figli.

Continue reading “Mamma, dov’è papà?”

Annunci

Tieni a mente (chemio, radio, ormonoterapia e memoria)

Oggi è arrivata a casa la rivista Fondamentale, a cura dell’istituto Veronesi. Vi ripropongo un articolo interessantissimo, almeno per me, paziente oncologica.

Ne parlavo sabato con le mie amiche conosciute grazie al cancro. Siamo tutte con la memoria che va a vento

Continue reading “Tieni a mente (chemio, radio, ormonoterapia e memoria)”

Smack

Ci sono giornate davvero positive fin dal sorgere del sole. Oggi è una di quelle.

Il mio parrucchiere, sciarc hair (e credetemi si merita appieno la pubblicità che gli faccio) ha aderito ad una iniziativa proposta da me qualche giorno fa.

Smack è un progetto che vive a Napoli e che prevede la donazione di capelli ad un esperto che ne realizzerà parrucche per pazienti oncologiche che non possono permettersene l’acquisto.

Continue reading “Smack”

No phones

La scritta campeggia in bella vista nel locale immaginario “Luke’s” al centro della mia serie tv preferita “Gilmore girls”.

Il titolare del negozio odia chi piuttosto che chiacchierare davanti ad un caffè, usa il cellulare. Da lui se vuoi usare il telefono esci fuori! Ecco, forse Luke è un po’ esagerato ma proviamo ad osservarci dall’esterno: riusciamo a non guardare il cellulare durante una serata, seppur piacevole, tra amici? Riusciamo a chiacchierare coi figli la sera a tavola senza usare il telefono? Riusciamo a seguire un programma tv senza guardare di tanto in tanto il cellulare?

Continue reading “No phones”