Depressione

Si, lo so. Vi starete chiedendo come sia 


possibile parlare di ridere a crepapelle e un secondo dopo scrivere di depressione.

E invece il senso c’è tutto. Purtroppo questa strana cura ormonale oltre che kg di troppo porta sbalzi umorali assurdi!

Così in un momento lo specchio insano della nostra caleidoscopica mente ci rimanda un’immagine bella, sensuale, felice allo stremo perché siam vive e siam toste ed un secondo dopo giù con un deformante specchio che ci mostra grasse, brutte, diverse da quel che realmente siamo, chimicamente e fisicamente…

Ed è quasi impossibile riuscire a mantenere un bell’equilibrio. Io, ad esempio, ci riesco grazie alla musica. Metto su a palla la mia musica, il mio rock energizzante o Tiziano Ferro (eh si ho gusti moooolto ampi) e la musica mi salva davvero. Se poi sono in vena indosso archetto e violino e suono quel che posso…quanto posso, quanto la ferita consente…fin quando fa male, fin quando ce n’è

Annunci

15 risposte a "Depressione"

  1. Non posso capire perché non ci sono passata ma in uno strano modo credo di capire. Forse fa parte, in maniera magari un po’ più estremizzata, di quella condizione umana che un secondo ci fa dire “dai, chi se ne frega del senso e della finitezza, che meraviglia essere qui” e un secondo dopo ti fa piangere per qualcosa, magari piccola, ma che ha dentro sé qualcosa di grande. Per fortuna c’è la musica…
    Un abbraccio
    Alexandra

    Piace a 1 persona

  2. Carissima, quando incontro delle nuove compagne di cordata, le metto sempre in guardia dal “pianto da caffellatte”, richiamando alla mente me con le mie lacrime a scendere gratuite davanti alla scodella mattutina – la colazione e’ un rituale che adoro. Purtroppo non sempre siamo coscienti della depressione farmacologica, non sempre ne comprendiamo la causa e troviamo dei medici che ce ne parlino apertamente… e’ ancora per loro piu’ facile avvertirci della mucosite… Anche io, come te, mi rifugio nell’arte. Sono tornata, dopo piu’ di venti anni, allo studio della danza moderno-contemporanea, che cerco di praticare il piu’ spesso possibile (anche se per un’ora di danza devo pennichellare almeno due ore durante il giorno)… dopo una lezione mi sento in un altro stato fisico e mentale, riempita di quella grazia e di quella leggerezza che mi fanno dire, di fronte ai pensieri piu’ cupi, “ma chisssenefrega!!!”. Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. Eh, la bellezza di capirsi senza conoscersi…tu vivi quel che vivo ed è purtroppo splendido che ci si possa capire in.un batter di ciglia. Piango sempre.meno, corro di più…forza, sorella di battaglia, e dal bisogno di pennichella, anche sorella di cura 😊😘

      Piace a 1 persona

  3. ho appena scoperto il tuo blog, complimenti per come affronti tematiche varie 🙂 ne parlo anche io a volte, diciamo che ho avuto e ho una vita un po’ travagliata, ma nel mio blog metto pure cose che non c’entrano nulla. Un saluto, Yashal

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...