Regola #5: Impara a dire NO!

red_carpet_2.0.jpgPerchè posto che la vita è un passaggio, almeno cerchiamo di costruirci un red carpet su cui camminare, piuttosto che una strada lastricata di ciottoli fastidiosi,no?

 

“Ma mi dai una mano per…?”

“Tu sei forte, ce la fai vero?”

“Tanto a te non ti ferma nulla…”

“Tanto tu non hai bisogno di nulla..”

“Te la vedi tu per gestire questo o quello..?”

no

Dire no, cari amici, è l’unica via possibile per la libertà. Perchè, ahimè, la disponibilità e l’autosufficienza conducono spesse volte alla solitudine. E non solo per chi come me combatte per vivere. Siamo in tanti ad essere affetti dalla atroce patologia del voler dare una mano a tutti i costi, senza ricevere mai nulla in cambio. Il che è bellissimo, per carità, e non se ne guarisce mai, per fortuna. Perchè di fatto l’esser buoni e disponibili è fantastico, crea le condizione per regalare al mondo piccoli assaggi di paradiso.

Ma occorre distinguere tra la disponibilità verso chi merita la nostra dedizione totale e la disponibilità incondizionata verso chiunque che inevitabilmente porta alla sottimissione ed allo sfruttamento.

Se, come me, poi state anche affrontando una cura debilitante come quella ormonale che hai voglia a combatterne gli effetti ma guidare con vampate di calore e vertigini o fare lezione nelle medesime condizioni, aggiungendo ogni tanto qualche conato di vomito…beh in quel caso un NO! salva davvero la vita.

Anche perchè, eccheccazz, quelli che sfruttan voi e la vostra/nostra disponibilità, sanno benissimo cavarsela da soli. Ve lo siete mai chiesto? Insomma se non esistessimo, che farebbero? Di certo avrebbero comunque una soluzione consona ai propri bisogni. Perchè posto che la vita è un passaggio, almeno cerchiamo di costruirci un red carpet su cui camminare, piuttosto che una strada lastricata di ciottoli fastidiosi,no?

Annunci

8 risposte a "Regola #5: Impara a dire NO!"

  1. Bisogna imparare a farlo….per chi è empatico e altruista è difficile, estremamente difficile. Ma alla base di tutto io credo ci sia una debolezza: una profonda insicurezza e la necessità dell’approvazione altrui.
    Quindi empatia + altruismo + insicurezza= si, si , si…… 😦

    Piace a 1 persona

      1. Mia sorella una volta mi disse, rimproverandomi il mio eccessivo altruismo fino all’annullamento di me stessa: Gesù nel Vangelo dice “ama il prossimo tuo come te stesso” non più di te stesso.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...