Wonder…bra!

Uomini, io ve lo dico, noi non cerchiamo l’uomo perfetto. Si lo so che vi hanno riempito la vita di altissime aspettative: il principe azzurro col cavallo bianco, essere servizievoli ma non troppo, devoti ma non troppo, un po’ cuochi e un po’ camerieri; un po’ Richard Gere ma anche Dr Gray.

Beh in realtà noi dalla vita vogliamo qualcosa di perfetto: il reggiseno. Quel magico indumento in grado di farci sentire protette ma anche sexy.

Ora, col cancro le cose cambiano perché inevitabilmente devi dire addio ai ferretti, la colonna portante di ogni sogno da lingerie. Continue reading “Wonder…bra!”

Annunci

Regola #3 Ama e fa’ ciò che vuoi


Potrei non aggiungere altro ma qualcosina la dico lo stesso, tanto ormai conoscete la mia “chiacchiera” virtuale.

Se mettessimo l’amore alla base di tutto, di ogni nostra azione, di ogni nostra re-azione…beh vivremmo meglio, molto meglio.

Stasera per esempio posso asserire di aver solo amato all day long. Ho vissuto tutto il giorno camminando a un mt da terra perché è l’ultimo giorno senza il mio uomo. E ogni azione è scesa giù facile, avendo solo quel pensiero in testa. Sono riuscita addirittura a dimenticare che è finito il campo estivo dei miei due cuccioli (nooooooo, panico auto rimembranza)

Anyway, get down, make love

Pesce d’aprile

pesce.jpgPartiamo da un presupposto: io non LEGGO i libri, io li DIVORO. Una media di tre quattro libri a settimana, se mi attirano e mi coinvolgono. Altrimenti la media scende a due libri a settimana ma mai meno.

Questa settimana ho scelto un libro in un modo strano. Lui è Mimì Augello nella serie Tv ispirata ai racconti del Maestro Camilleri e avendo finito di leggere tutto ciò che Camilleri ha scritto ho pensato che lui poteva essere una giusta compensazione. Lui: Cesare Bocci. Avevo sentito che ha una compagna che aveva avuto un ictus e insieme avevano scritto un libro sulla malattia che li aveva resi più forti.  Continue reading “Pesce d’aprile”

Ritorni

caffe.jpg

Buon pomeriggio, in ogni latitudine..

Quante volte ho parlato delle amicizie? Taaante, risponderete osservando la frase davanti al vostro Pc, tablet o cellulare.

Si, tante volte, è vero. Ma perchè l’amicizia è quella cosa che sempre, in qualunque momento della nostra età, ci da la possibilità di capire che non siamo soli e che questo mondo ci sembra più bello se i pesi e le gioie si condividono.

Bene, da quando ho iniziato la final battle contro il nemico numero 1, mister Cancer, moltissime amicizie hanno fatto dietro front, per paura o forse perchè  sotto sotto hanno detto “ah, magari ora me ne libero, o faccio finta di niente così lei incazzata non mi cercherà più”. A loro va il mio grazie sincero: il loro atteggiamento strafottente e superficiale mi ha dato la possibilità di capire e fare a meno di loro. Meglio pochi ma buoni. Continue reading “Ritorni”

Magia

resil

Buongiorno, ovunque voi siate…

Da un po’ di tempo ho imparato a convivere con un nuovo aspetto di me, e mi preme parlarne perchè magari chi subisce oggi le mie stesse cure (subire? si, subire, senza alcun errore di scelta lingistica) possa far chiarezza.

Chi è o è stato incinta può capire lo stato mentale e fisico per cui pur essendo delle gran fighe (ed alcune delle mie sorelle di battaglia lo sono) ci sentiamo sempre na schifezza, mai belle, mai esteticamente come vorremmo. Ma noi, noi che lottiamo come in un limbo sospese tra la morte scampata e la vita che resta, noi non portiamo una vita dentro di noi, non c’è compensazione, se non la gioia d’esser vive! Continue reading “Magia”

Prima…

13754340_10157173819195346_3153707896117361445_n
San Gimignano- Foto: Marina Spironetti

Prima facevo tante cose, di sicuro mangiavo di più 😀

Ma quel che intendo dire è che ne facevo proprio tante: insegnante, ufficio stampa, speaker radiofonica, giornalista, volontaria.

Prima ero una Mamma alla ricerca della perfezione genitoriale (e non esiste manco se sei una di S.O.S.Tata)

Prima facevo palestra, jazzercise, facevo corsa, ballavo molto, suonavo il violino.

Prima dicevo sempre si a tutti, ero sempre disponibile ed accondiscendente.Se mi si chiedeva di smuovere il mondo ero già in posizione Atlante. Se mi si chiedeva una mano ero già pronta a dare il braccio.

Prima non chiedevo MAI aiuto, perchè dovevo bastarmi per me

Poi è arrivato il cancro Continue reading “Prima…”